Scrivici...

Invia Messaggio

Valle d’Aosta: a ottobre soli tre contratti di rete

 

Fonte: Valle d’Aosta Glocal

Lo dice il 5° Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito Italiano sulle reti d’impresa, curato dal Servizio Studi e Ricerche della Banca.

A ottobre le imprese valdostane hanno stipulato soli tre contratti di rete registrati in Camera di Commercio. E’ quanto emerge dallo studio di Intesa Sanpaolo-Mediocredito che ha preso in esame il fenomeno delle reti, che ha mostrato una progressiva e decisa accelerazione negli ultimi anni, soprattutto nel biennio 2013-2014, sebbene il grado di diffusione di questi contratti sia ancora relativamente contenuto rispetto al complesso del tessuto produttivo. Sono state coinvolte 9.129 imprese in tutta Italia, di cui 397 in Piemonte; in Valle d’Aosta invece siamo fermi a 3.

Il documento evidenzia che le imprese in rete mostrano una migliore redditività rispetto a quelle non in rete. Cresce anche il numero di reti che ha come obiettivo la sostenibilità ambientale: i contratti “green” sono 244, il 13,8% del totale, con il coinvolgimento di 1.274 imprese, attive nel settore delle energie rinnovabili, del risparmio energetico, del riutilizzo di materiali, della produzione di beni per servizi ambientali, della riduzione delle emissioni di CO2 e della riqualificazione energetica.

Oltre al contenuto in sé, l’aspetto interessante di questa edizione è che presenta una case history riferita a una rete piemontese, la “Unity – Design & Build”, costituita da imprese attive nei settori del design e della consulenza agli studi di architettura, della produzione di porte e infissi, dell’illuminazione e della produzione di cucine, arredi e oggetti di design. L’obiettivo di questa rete è esportare il “made in Cuneo” nel mondo, tanto da avere come mercati di riferimento in Asia l’Azerbaijan, il Kazakhstan, l’Oman, in Africa l’Algeria, la Tunisia, il Marocco e il Camerun, in Europa, l’Inghilterra e la Francia.

La Unity ha aperto uffici a Baku e Tunisi, prevede di aprirne a breve a Tel Aviv e Londra e ha già conseguito significativi ritorni in termini di occupazione e fatturato.

La rete di imprese è un accordo, o meglio un contratto, che consente alle imprese di mettere in comune delle attività e delle risorse, allo scopo di migliorare il funzionamento di quelle attività, il tutto nell’ottica di rafforzare la competitività dell’attività imprenditoriale.